Accordo raggiunto sulla riforma della politica agricola dell’UE

Accordo raggiunto sulla riforma della politica agricola dell’UE

La politica agricola dell’UE, nota come Politica Agricola Comune, si prefigge di garantire agli agricoltori un tenore di vita decente e agli europei prodotti alimentari in quantità sufficienti e a prezzi accessibili.

A seguito dell’accordo raggiunto dalParlamento europeo, Consiglio dei ministri dell’UE e Commissione europea per la programmazione 2014-2020, alcune regole cambieranno. Per esempio, per ottenere un sostegno al reddito, gli agricoltori dovranno adottare pratiche sostenibili per promuovere la qualità del suolo, favorire la biodiversità, diversificare le colture e mantenere pascoli sani.

Inoltre, con la riforma la distribuzione dei fondi sarà più equa: entro il 2019 nessun Paese membro dovrebbe ricevere meno del 75% della media UE.

I leader politici hanno approvato anche modifiche per aiutare i giovani agricoltori. Attualmente, il 30% dei 12 milioni di agricoltori ha più di 65 anni, mentre solo il 6% ne ha meno di 35.

Nell’Unione europea sono circa 12 milioni gli agricoltori a tempo pieno. Insieme, l’agricoltura e il settore agro-alimentare rappresentano il 6% del PIL dell’UE e danno lavoro a 46 milioni di persone.

Per maggiori informazioni potete consultare la pagina ufficiale dell’UE sulla PAC.

 

Share Button
0 0 1264 01 luglio, 2013 Temi, UE - Economia luglio 1, 2013

Facebook Comments