Posted by

Consultazione per il riconoscimento delle qualifiche e dei periodi di studio all’estero

Nel documento di  Comunicazione sul Rafforzamento dell’Identità Europea attraverso l’Istruzione e la Cultura, la Commissione europea propone la creazione di uno Spazio Europeo dell’Istruzione, in cui le persone possano muoversi liberamente per studiare e condurre ricerche e che contribuirà sia all’ offerta di maggiori opportunità per i singoli, che ad una migliore capacità di risposta alle esigenze di abilità e competenze.

EUSurvey logoEUSurvey

Una delle azioni per raggiungere questo obiettivo è una proposta di Raccomandazione del Consiglio sulla promozione del riconoscimento reciproco dei titoli di studio dell’istruzione superiore (tutti i livelli) e dell’istruzione secondaria superiore, nonché dei periodi di studio all’estero. Potrebbe essere accompagnata da un processo di sostegno per facilitare il riconoscimento delle qualifiche dall’istruzione secondaria superiore e i periodi di studio all’estero, conosciuto come il Sorbonne Process. La proposta è stata approvata dai capi di Stato e di governo europei nel loro incontro di dicembre. L’obiettivo della proposta di Raccomandazione del Consiglio è di sostenere gli Stati membri nel rispetto degli impegni assunti attraverso la Lisbon Recognition Convention e il processo di Bologna, invitando gli Stati membri e la Commissione europea a prendere provvedimenti concreti per migliorare la mobilità a tutti i livelli dell’istruzione e della formazione promuovendo il reciproco riconoscimento dei diplomi e dei periodi di studio all’estero.

Come parte del processo di consultazione nello sviluppo di questa raccomandazione del Consiglio, la Commissione europea invita le parti interessate a compilare un questionario, che sarà di grande aiuto nello sviluppo della proposta.

Il sondaggio è disponibile in inglese e rimarrà aperto fino al 19 febbraio 2018.

Info: https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/RecognitionOfDiplomas2018

Share Button
0 0 53 09 febbraio, 2018 Temi, UE - Giovani febbraio 9, 2018

Facebook Comments