Roaming nell’Ue: ribassi a luglio

Roaming nell’Ue: ribassi a luglio

La Commissione Europea dal 1 Luglio 2013, con il il regolamento dell’Unione europea sul roaming, che permette di comunicare con il proprio operatore da e verso i paesi esteri, ha ridotto del 36% i limiti tariffari per il download di dati da cellulare, per chi usufruisce di tale servizio. Complessivamente, dal 2007 l’UE ha ridotto, nei Paesi membri, i prezzi al dettaglio di chiamate, Sms e dati di oltre l’80%.

I nuovi limiti tariffari per il roaming nei paesi membri dell’UE, entrati in vigore il 1° luglio 2013, sono:

• download di dati o navigazione internet: 45 centesimi/Megabyte (addebitati per Kilobyte utilizzato) + Iva (-36% rispetto al 2012);

• chiamate effettuate: 24 centesimi/minuto + Iva (-17% rispetto al 2012);

• chiamate ricevute: 7 centesimi/minuto + Iva (-12,5% rispetto al 2012);

• invio di Sms: 8 centesimi/minuto + Iva (-11% rispetto al 2012).

Gli operatori rimarranno liberi di offrire tariffe più basse o di proporre un’area roaming-free in una determinata regione d’Europa.

Per avere maggiori informazioni, è possibile visionare il comunicato ufficiale dell’UE.

 

Share Button
0 0 1073 01 luglio, 2013 Temi, UE - Cittadini luglio 1, 2013

Facebook Comments